Un ultimo mese davvero intenso di eventi politici ed economici

L’ultimo mese è stato davvero intenso di vicende relative al panorama economico e politico Italiano ed Europeo.
In Italia la scena è stata dominata dalle dimissioni di Napolitano, ormai questione di ore, e dalla relativa successione al Quirinale; dal JobsAct e dal decreto delega fiscale con la norma del 3%. Come di consueto nel nostro paese gli strascichi di polemiche non sono mancati.

In Europa invece l’attenzione è stata rivolta alla conclusione del semestre di presidenza Italiano ed al relativo bilancio; alla politica monetaria ed ai possibili imminenti QE con le solite contrapposizioni tra rigoristi tedeschi avversi all’espansione monetaria e coloro, tra cui lo stesso Draghi, ormai convinti della necessità di iniezioni di liquidità; ma anche alle elezioni greche del 25 gennaio che vedono in vantaggio Tsipras. Le dichiarazioni della Merkel in merito alla tornata elettorale greca hanno suscitato interesse.

Degni di nota sono stati anche il caso di presunto attacco Hacker alla Sony ed gli scellerati episodi di terrorismo in Francia e Nigeria.

La drammatica cronaca francese ha tolto spazio a due notizie che in tempi normali avrebbero catalizzato l’attenzione: i dati Istat relativi al Q3 italiano e la stretta dei criteri di Basilea della BCE che metterebbe a rischio alcune istituti di credito (anche italiani).

Di seguito, dal più datato al più recente, articoli che raccontano questi ultimi 30 giorni.

PD di fronte ad una scelta necessaria, ma soprattutto un Weidmann passato quasi sotto silenzio che teme il cambiamento in UE 14/12/2014;

I punti di Visco che contrastano Wiedmann e l’inizio ufficiale delle manovre Quirinalizie 16/12/2014;

Un “mini bilancio” di un semestre dopo l’ultimo consiglio UE 21/12/2014;

“The Interview” una differente analisi del presunto attacco hacker alla Sony 22/12/2014;

Il “Jumpstart Our Business Start-up” Jobs Act che non accontenta nessuno…. 28/12/2014;

Napolitano fino all’ultimo prova ad infondere fiducia e speranza, con alle porte i test delle elezioni Qurinalizie e le presidenziali in greche 01/01/2015;

Il Quirinale, i Vigili di Roma e la Lituania in UE 03/01/2015;

Merkel: Grecia fuori dall’Euro è un’opzione. Pronta smentita del Governo tedesco 04/01/2015;

Gli ingredienti per la tempesta perfetta ci sono tutti…. 05/01/2015;

Lo strafalcione della norma fiscale del 3% e delle sue contraddizioni nel momento più critico possibile 06/01/2015;

Siamo TUTTI Charlie e siamo TUTTI Islamici 08/01/2015;

Semestre, Commissione, BCE hanno mancato l’obiettivo, ora la scintilla del cambiamento può arrivare dalla Grecia 09/01/2015;

Dati Istat Q3 in chiaro scuro e possibili effetti (pessimi) della stretta BCE sui criteri Basilea 11/01/2015;

13/01/2015
Valentino Angeletti
LinkedIn, Facebook: Valentino Angeletti
Twitter: @Angeletti_Vale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: